Benvenuto Ospite  • Login

Crea Account    Amministrazione
Cambia Lingua/Change Language

Cerca nel wiki
»
Marcom Wiki

Marcom S.r.l. Wiki
Supporto ai prodotti

 

ProtoCessor - OEM Protocol Interface Solutions

RSS
Modificata il 28/09/2012 11:50 da Luca Categorizzata come Bus di campo, Gateway, LonWorks, Modbus, ProtoCessor
una divisione del gruppo FieldServer

Marcom s.r.l. offre ai propri clienti una serie di soluzioni che si adattano a qualsiasi richiesta:

ProtoCessor: server integrato sulla propria scheda elettronica.
ProtoCarrier: dispositivo su scheda elettronica, multiprotocollo.
ProtoNode: dispositivo esterno, multiprotocollo di facile configurazione.





Collegamenti elettrici

Lo schema seguente mostra i collegamenti elettrici da seguire per un corretto funzionamento dei gateway ( a sinistra modello LER, a destra modello RER).

Protocessor - Connessioni Protonode LON Protocessor - Connessioni Protonode SERIALE

Fare attenzione al collegamento dell’alimentazione:

  • il + corrisponde al morsetto R (filo rosso nello schema)
  • il corrisponde al morsetto C (filo nero nello schema)



Prima configurazione

Per effettuare la connessione al dispositivo e scaricare la configurazione sono necessari:

  • un cavo ethernet (incrociato)
  • impostazione di rete del computer nella sottorete 192.168.1.xxx (di fabbrica il dispositivo esce con indirizzo 192.168.1.24)
  • il software RUINet (Remote User Interface) fornito a corredo con l'applicativo o scaricabile gratuitamente dall'area Marcom Utility sul sito marcomweb.it

ATTENZIONE: di fabbrica il gateway ha abilitate le funzioni di DHCP Server e DHCP Client. Per essere sicuri che il dispositivo abbia l'indirizzo 192.168.1.24 è necessario:
  1. accenderlo senza collegare il cavo di rete
  2. attendere che la procedura di accensione si completata (da 30 sec. fino ad un minuto per la versione Lonworks)
  3. collegare il cavo di rete e seguire la procedura descritta sopra

E' anche possibile impostare l'interfaccia di rete del PC affinchè le venga assegnato in modo automatico un indirizzo IP nella stessa sottorete del gateway, dal gateway stesso. E' importante, se si decide di seguire questa strada, che il computer ed il gateway siano collegati direttamente con un cavo di rete incrociato per evitare interferenze di altri DHCP Server presenti sulla rete.

Una volta connessi tramite il software RUINet al gateway impostare l'indirizzo IP fisso che il gateway dovrà avere e disattivare le funzioni DHCP Client e DHCP Server.

Immagine



RUINet - Remote User Interface

RUINet è il tool per scaricare i vari file da e nel gateway e per effettuare il debug del funzionamento del dispositivo, della comunicazione e per trovare eventuali errori nella configurazione creata.

Il software consente di scoprire i dispositivi Protocessor connessi alla rete LAN del PC sul quale RUINet è installato tramite un pacchetto UDP inviato in broadcast sulla rete.

Il software elenca i dispositivi trovati e, digitandone il numero corrispondente, è possibile stabilire un collegamento.

Immagine

Il menu principale del dispositivo consente di effettuare diverse operazioni:

Immagine



Connection Overview

In questa sezione è possibile visualizzare le statistiche delle connessioni configurate all'interno del dispositivo Protocessor. La schermata mostra i byte trasmessi per ciascuna connessione, i byte ricevuti e quanti errori di comunicazione sono stati rilevati.

Immagine

Da questa schermata è possibile entrare in quella relativa ai dettagli di ciascuna connessione, semplicemente digitandone il numero corrispondente.

Node Overview

In questa sezione vengono analizzati i messaggi inviati a ciascun nodo configurato. La schermata mostra sia i byte trasmessi e ricevuti (che dipendono dal protocollo) che il numero di messaggi inviati e ricevuti e gli errori rilevati.

Immagine

E' possibile visualizzare un dettaglio di ciascun nodo, digitandone il numero corrispondente.

Immagine

Map Descriptor Overview

I comandi definiti, lato server e client, nella configurazione del Protonode sono rappresentati qui, con le statistiche relative a comunicazione ed errori.

Immagine

I dettagli di ciascun comando sono accessibili digitandone il numero corrispondente.

Immagine

Data Array Overview

La schermata Data Array Overview consente di visualizzare lo stato delle varie aree di memoria definite in configurazione. Di fianco a ciascuna area vi è una colonna che ne indica la freschezza dei dati al suo interno. Se un'area di memoria risulta troppo vecchia, probabilmente vi è un problema relativo al comando (o ai comandi) che va ad aggiornarne il contenuto.

Immagine

Entrando nella schermata dei dettagli relativi ad una certa area di memoria è possibile visualizzare i valori degli elementi al suo interno.

Immagine

Download Configuration

Da questo menu è possibile scaricare la configurazione all'interno del gateway. E' importante che il file di configurazione si trovi all'interno della directory di installazione del RUINet, nella sottodirectory Config. Il nome del file di configurazione può essere diverso da quello proposto (config.csv) e basta digitare la lettera L per impostare quello presente. E' comunque consigliato lasciare quello di default

Immagine

Upload Configuration

Da questo menu è possibile scaricare dal gateway la configurazione attiva, nonchè altri file, a seconda del modello.

Immagine

Per abilitare l'upload di file diversi dalla configurazione è necessario premere il tasto O.

Immagine

In particolare:
  • Per il modello Lonworks è possibile scaricare il file di interfaccia fserver.xif

Immagine

  • Per i modelli su cui sono state salvate configurazioni multiple è possibile scaricare le varie configurazioni, digitandone il nome del file.



Configurazioni Multiple

Ciascun dispositivo dev'essere programmato mappando aree di memoria del protocollo sorgente su aree di memoria interne al dispositivo ProtoCessor e rese disponibili dal lato del protocollo destinazione.

E' possibile inoltre programmare il dispositivo affinché possa essere modificata la sua configurazione agendo sui dip-switch a bordo. In particolare vi sono tre possibilità:

  • Scenario 1: Scelta del protocollo destinazione.
    In particolare è possibile adattare di volta in volta il ProtoCessor al protocollo richiesto dal cliente, senza dover scaricare una configurazione diversa.


    Immagine

  • Scenario 2: Diversi dispositivi sorgente con diversi protocolli.
    E' possibile adattare il ProtoCessor al dispositivo a cui andrà collegato agendo semplicemente sui dip-switch.


    Immagine

  • Scenario 3: Il ProtoCessor legge un registro sul dispositivo sorgente OEM e adatta la configurazione automaticamente.
    In modo automatico il ProtoCessor adatta la sua configurazione andando a leggere un registro prefissato sul dispositivo sorgente e, riconosciutolo, carica la configurazione più adatta.


    Immagine



Configurazione interfaccia seriale

E' possibile fare in modo che la velocità della seriale sia impostata tramite i DIP switch a bordo del dispositivo.

In particolare la seguente tabella mostra la configurazione dei DIP da utilizzare per ottenere la velocità desiderata.

Immagine



AVVERTENZE

Cancellare la configurazione

E' possibile che, una volta scaricata una configurazione piuttosto corposa, il dispositivo si rifiuti di accettare una nuova configurazione con l'errore Not enough space. Per riuscire a scaricare la nuova configurazione occorre prima cancellare la precedente con il comando da prompt dei comandi:

ruinet -i <indirizzo ip del dispositivo> -z config.csv

Il dispositivo risponderà come segue:

Immagine



Programmazione da remoto

Per poter collegarsi al gateway e programmarlo da remoto è necessario che sia visibile da remoto la porta UDP 1024.

Driver Ethernet XML

Il driver Ethernet HTTP XML Driver consente al gateway di trasferire dati ad altri dispositivi tramite la porta Ethernet utilizzando il protocollo HTTP/XML. Il gateway può funzionare sia come server che come client. Il driver XML è costruito sulla tecnologia HTTP (Porta 80) e usa pagine formattate secondo la sintassi XML per rispondere a richieste HTTP e consentire alle risposte XML di essere decodificate e meorizzate. E' supportata sia la modalità server che client. La funzionalità Server side è una risposta XML formattata della struttura interna Data Array contenuta nel gateway, e viene richiesta dal dispositivo client remoto. Il client usa una richiesta HTTP GET ad uno specifico URL per richiedere i dati XML. Il driver è in grado di decoficare la risposta XML e memeorizzare i diversi elementi univocamente identificati dal nome. I dati vengono quindio memorizzati nel data array interno al FieldServer.

Con questo driver è quindi possibile quindi rendere disponibile da qualsiasi dispositivo in grado di maneggiare dati XML dati verso i driver tipicamente supportati da gateway protonode (BACNET, MODBUS TCP, METASY N2, LONWORKS..).

Valuta il contenuto dell'articolo



Marcom Wiki. Supporto al sito marcomweb.